18 novembre 2021 a Online

Il meccanismo dello “sportello unico” (one stop shop) 2 di 2

Abstract
 
Partendo dal recente caso di WhatsApp sanzionata a settembre per essere venuta a meno agli obblighi di trasparenza richiesti dal GDPR e per aver condiviso i dati con Facebook, il live in generale esamina il ruolo delle autorità di controllo capofila e della cooperazione tra le autorità, nonché delle sanzioni adottate nei confronti delle big tech, il meccanismo dello “sportello unico” per il trattamento transfrontaliero, le decisioni dell’EDPB ai sensi dell’art.65 EDPB. Si farà cenno alle Linee guida wp 244 per l’individuazione dell’autorità di controllo capofila.

Contenuti e Case Study

cooperazione tra Autorità capofila e le altre autorità di controllo
meccanismo di risoluzione delle controversie ai sensi dell'articolo 65 del GDPR
Linee guida wp 244 per l’individuazione dell’autorità di controllo capofila in rapporto a uno specifico titolare o responsabile del trattamento
Caso WhatsApp e Autorità garante irlandese


Per partecipare alla FAD occorre partecipare anche all'evento del 16 novembre Il meccanismo dello “sportello unico” (one stop shop)  1 di 2
Docenti:
Francesca Bassa - Partner BD LEGAL Studio Legale Laurea in Legge presso l’Università Bocconi, Business Law specializzazione in diritto internet, Milano. Tesi: “La tutela della privacy e tecniche di pubblicità online”. Master Universitario di II livello in “Sicurezza delle informazioni e Informazione strategica” (SIIS) presso l’Università La Sapienza (dipartimento di ingegneria informatica) conseguito con borsa di studio della Presidenza del Consiglio. Tesi: “Il funzionamento e la privacy nei CERTs italiani ed esteri”. Master Federprivacy in “Privacy Officer e Consulente della privacy”, Roma. Lawful Interception Academy presso la Scuola di Polizia Tributaria, Roma. Attività Professionale: Francesca è Avvocato e Partner dello Studio bd LEGAL di Milano, esperienza ultra decennale in diritto delle tecnologie, in particolar modo per quanto riguarda la compliance della protezione dei dati personali, opera in questo settore fin dal conseguimento della laurea. Si occupa di assistenza stragiudiziale. Ha iniziato il suo percorso professionale lavorando prima in Telecom Italia a Roma, presso il dipartimento Antitrust e poi nel team legale di Google a Milano, dove si è occupata prevalentemente di diritto all’oblio e di rimozioni online. Durante gli anni a Roma, ha collaborato con il Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito della cybersecurity (presso l’ISCOM – CERT nazionale) e su progetti di educazione digitale. A Milano ha lavorato presso una prestigiosa società di consulenza legale. Assiste primarie società italiane di stampo internazionale su tutto il territorio nazionale, coordinando progetti di compliance GDPR e di adeguamento normativo, offrendo assistenza anche come DPO esterno. E’ membro della Comunità SIIS dell’ Università La Sapienza. E’ Delegato dell’Associazione di Federprivacy e membro del network “Idraulici della Privacy”. E’ Privacy Officer e Consulente della Privacy certificato TUV Italia con licenza cdp_240 dal 2015. Ha vissuto e studiato in Canada
Francesca Bassa - Partner BD LEGAL Studio Legale Laurea in Legge presso l’Università Bocconi, Business Law specializzazione in diritto internet, Milano. Tesi: “La tutela della privacy e tecniche di pubblicità online”.  Master Universitario di II livello in “Sicurezza delle informazioni e Informazione strategica” (SIIS) presso l’Università La Sapienza (dipartimento di ingegneria informatica) conseguito con borsa di studio della Presidenza del Consiglio. Tesi: “Il funzionamento e la privacy nei CERTs italiani ed esteri”.  Master Federprivacy in “Privacy Officer e Consulente della privacy”, Roma.  Lawful Interception Academy presso la Scuola di Polizia Tributaria, Roma.   Attività Professionale: Francesca è Avvocato e Partner dello Studio bd LEGAL di Milano, esperienza ultra decennale in diritto delle tecnologie, in particolar modo per quanto riguarda la compliance della protezione dei dati personali, opera in questo settore fin dal conseguimento della laurea.  Si occupa di assistenza stragiudiziale. Ha iniziato il suo percorso professionale lavorando prima in Telecom Italia a Roma, presso il dipartimento Antitrust e poi nel team legale di Google a Milano, dove si è occupata prevalentemente di diritto all’oblio e di rimozioni online. Durante gli anni a Roma, ha collaborato con il Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito della cybersecurity (presso l’ISCOM – CERT nazionale) e su progetti di educazione digitale. A Milano ha lavorato presso una prestigiosa società di consulenza legale. Assiste primarie società italiane di stampo internazionale su tutto il territorio nazionale, coordinando progetti di compliance GDPR e di adeguamento normativo, offrendo assistenza anche come DPO esterno.   E’ membro della Comunità SIIS dell’ Università La Sapienza. E’ Delegato dell’Associazione di Federprivacy e membro del network “Idraulici della Privacy”. E’ Privacy Officer e Consulente della Privacy certificato TUV Italia con licenza cdp_240 dal 2015. Ha vissuto e studiato in Canada
Per ulteriori informazioni e richieste particolari, contattaci.

Resta informato su quello che succede.

Lasciaci la tua email e riceverai le nostre comunicazioni informative e commerciali

informativa sulla privacy