PRIVACYLAB DAY, 18 e 19 febbraio 2021, in diretta live

05 marzo 2021Ultimo aggiornamento 09 aprile 2021
  • Home
  • Blog
  • News
  • PRIVACYLAB DAY, 18 e 19 febbraio 2021, in diretta live
Tempo di lettura stimato: 5'
Poco più di un anno fa, venerdì 7 febbraio 2020, ci siamo visti di persona per l’ultima volta. Dal vivo diremmo oggi, dopo un anno di pandemia. Eravamo oltre 220 persone, ospiti di Ruote Da Sogno, lo splendido show room di Reggio Emilia dedicato alle auto d’epoca. Uniti dal piacere di ritrovarci e confrontarci, faccia a faccia, a meno di un metro di distanza e senza ammennicoli a coprirci la bocca, ci siamo stretti la mano e abbiamo parlato del futuro e delle novità di PrivacyLab. Era la seconda edizione del “PRIVACYLAB DAY”, il nostro appuntamento annuale dedicato a rivenditori, consulenti, partner e amici di PrivacyLab, parte di Warrant Hub S.p.A - Tinexta Group. 

Neanche un mese dopo è arrivato il Corona(virus) che, lo confesso, ci ha un po’ stravolto i piani. Bene. Anzi, male. Quest’anno, per forza di cose, il nostro appuntamento lo abbiamo tenuto live, il 18 e il 19 febbraio 2021 in diretta sul Canale YouTube di PrivacyLab e sulla nostra pagina Facebook. La formula? Quella di sempre: formazione, lancio dei tools e delle novità per l’anno in corso. 2 giornate - 3 per i consulenti certificati - dedicate all’aggiornamento, con un parterre de rois di tutto rispetto, in pieno stile PrivacyLab.
Sono stato contento. Anzi, sono contento, perché, nonostante la distanza, l’evento è stato un successo. Hanno partecipato al PRIVACYLAB DAY 2021 - “online” - oltre 700 persone, fra gli iscritti alla Raise Academy, la nostra Accademia di Formazione Efficace, i consulenti certificati, i rivenditori e i DPO della rete PrivacyLab. 

I dettagli dell’evento 2021: ospiti, temi e lancio dei nuovi tool

Per l’apertura del PRIVACYLAB DAY 2021, non potevamo che dare la parola al Dottor Fiorenzo Bellelli - Amministratore Delegato Warrant Hub – Tinexta Group e Presidente di PrivacyLab. 
A seguire abbiamo ospitato il Professor Francesco Pizzetti – Ordinario di Diritto costituzionale e Presidente dell’Autorità Garante per la Privacy dal 18 aprile 2005 al giugno 2012 – per parlare del valore dei dati e delle informazioni. Anche quest'anno, come nella scorsa edizione del PRIVACYLAB DAY, abbiamo chiamato il Dott. Giuseppe Giuliano – Funzionario del Dipartimento attività ispettive del Garante per la protezione dei dati personali – per parlare della gestione dei responsabili esterni. A chiudere la prima giornata, l’Avvocato Luca Bolognini - Presidente dell’Istituto Italiano per la Privacy e Founding Partner ICT Legal Consulting – che è intervenuto sul trasferimento dei dati all’estero. Guarda il video della prima giornata.


Nella seconda giornata, abbiamo ospitato live, l’Avvocato Anna Cataleta - Senior partner in Partners4Innovation, Co-chair IAPP (International Association of Privacy Professionals), DPO e docente presso il Politecnico di Milano – per toccare il tema del GDPR e del marketing applicato alle nuove tecnologie. A seguire è intervenuto l’Avvocato Diego Fulco - Direttore scientifico dell’Istituto Italiano per la Privacy - che ci ha dato il quadro della situazione per quanto riguarda il nuovo regolamento europeo E-privacy: la privacy nelle comunicazioni elettroniche. Infine, l’Avvocato Rocco Panetta - Avvocato Cassazionista, Founder&Manager di P&A | Panetta Associati Studio Legale - ha concluso il momento formativo per parlare delle procedure e gli strumenti di gestione del consenso. Guarda il video della seconda giornata.


Sul fronte dei tool ci sono diverse novità:
  • È uscito LINCE, un tool per la gestione dei responsabili esterni (censimento, verifica preventiva monitoraggio, gestione del Data Breach e dei diritti degli interessati, sorveglianza). Il tool è già disponibile: le funzionalità gratuite dal 19 febbraio, dal 1° marzo anche la parte a pagamento. 
  • L’anno scorso, causa pandemia, non ce l’abbiamo fatta, ma quest’anno lanceremo il servizio Pronto Soccorso Gorilla: chi ha un Data Breach, puoi contattarci e parlare con un esperto che lo guiderà lungo tutti i passaggi per la gestione della violazione. 
  • Stiamo lavorando a due nuovi tool: un cookie manager molto evoluto e una dashboard per la gestione centralizzata delle basi giuridiche dei consensi.
Bene. Questi i temi e le principali novità del 2021. Novità che abbiamo potuto lanciare per un motivo: nel 2020 non ci siamo fermati mai!


We are ready for 2021! Perché nel 2020 ci siamo stati, al 110%

L’anno scorso c’è stato il Covid e io quest’anno mi aspetto un meteorite. Sto scherzando, ovviamente… anche se un po’ mi viene da far gli scongiuri. In tutti i casi – invasione aliena o pandemia che sia – noi siamo pronti per il 2021!
Non a caso, lo slogan del PrivacyLab Day 2021 – e il nostro mantra per tutto quest’anno - è: We are ready for 2021! 
Un attimo, però. Non è che nel 2020 siamo stati fermi. Non ci siamo fermati neanche in piena pandemia.
Giusto per dare qualche dato, nel 2020, PrivacyLab ha:
- consolidato il numero di aziende attive sul portale: + di 14.000 aziende attive 
- generato 1 milione 529 mila documenti, tra nomine, registri, privacy-by-design 
- censito 214 mila archivi e più di 53.000 responsabili esterni
- gestito più di 700 Data Breach

Nel 2020 è uscito il tool di sorveglianza, che serve soprattutto a consulenti e DPO per mantenere il controllo sull’azienda e abbiamo deciso di far slittare l’uscita di alcuni prodotti, per poterci concentrare sull’erogazione della formazione PrivacyLab, in una modalità nuova.
Abbiamo lanciato Raise Academy, un nuovo modo di fare formazione – il nostro sforzo maggiore nel 2020 –, per portare le dinamiche della formazione in aula anche in digitale e che ci ha permesso di pubblicare online 96 corsi, coinvolgendo più di 770 partecipanti e 38 docenti, per trattare tutti i temi legati a GDPR, privacy e cybersecurity. 
Quella della Raise è una formazione permanente, digitale e no, perché appena sarà possibile, torneremo a vederci fisicamente. 
Io spero già nell’autunno di quest’anno con il nostro BOOTCAMP. Incrociamo le dita. 

Poi, sempre nel 2020, siamo usciti con DIZME, in collaborazione con Infocert. È uno strumento per gestire, attraverso un’applicazione, gli accessi alle aziende in momento Covid. È stata rilasciata alla fine di ottobre 2020 ed è già pronta per gestire l’eventuale certificato vaccinale, perché ha avuto l’autorizzazione dai diversi Ministeri.  

L’anno scorso abbiamo aggiornato banche dati, aggiunto smartphone e tablet negli archivi, aggiornato il calcolo dell’analisi residuale dei rischi, aggiunto i backup, aggiornato una serie di coperture, contromisure. Sono stati erogati nuovi documenti, compreso il documento di verifica della compliance. Abbiamo lanciato nuove feature e messo un piccolo check per le evidenze ai sensi dell'art 5, quelle che ogni titolare deve fare quando fa un trattamento.
Con Warrant Hub del Gruppo Tinexta, di cui facciamo parte, siamo concentrati nel proiettarci verso l’Europa. Stiamo pianificando l’ingresso i Francia, in Spagna e successivamente anche in Germania.


Il 2020 è stato un anno in cui abbiamo cercato di essere puntuali, presenti e di dare al nostro canale un messaggio importante: ci siamo, non ci fermiamo, combattiamo con voi, abbiamo come missione accompagnare voi e vi vostri clienti a una compliance il più possibile coerente e corretta. Evolviamo i nostri strumenti, perché sia sempre più semplice farlo e alla portata di tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA. Ne è consentito un uso parziale, previa citazione della fonte.

Biografia dell'autore

Andrea Chiozzi è nato a Reggio Emilia il 4 Agosto del 1969, reggiano “testaquadra” DOC come il lambrusco, ed è sposato con Luisa che lo sopporta da più di vent’anni.
Imprenditore e consulente, da più di 12 anni è l’Evangelist del GDPR.

Attività professionali:
Andrea Chiozzi è socio fondatore e CEO di PRIVACYLAB SRL, azienda che si occupa della produzione di PRIVACYLAB GDPR per la gestione avanzata delle attività legate alla compliance per il Regolamento Europeo 679/2016.
Esperto di GDPR e protezione dei dati personali (soprattutto nelle aree più problematiche quali il marketing digitale e i social network, il digital advertising, l’Internet of Things, i Big Data, il cloud computing),
Andrea presta consulenza per la media e la grande industria italiana e si occupa di organizzare e condurre i consulenti aziendali ad un approccio ottimizzato alla gestione della Compliance GDPR.
È ideatore del sistema Privacylab e della metodologia applicata ai consulenti certificati GDPR. 
Nel 2003 dà vita alla figura di “Privacy Evangelist” e comincia a girare l’Italia come relatore in vari convegni e corsi in tema di protezione dei dati personali arrivando a evangelizzare più di 10.000 persone.

È commissario d’esame per:

UNICERT per lo schema DSC_12/30 per Consulenti Certificati GDPR
TÜV dello schema CDP_ 201 Privacy Officer, Bureau Veritas
CEPAS Bureau Veritas DATA PROTECTION OFFICER per lo schema SCH73 norma Uni 11697:2017 (Accredia) 
ACS ITALIA DATA PROTECTION OFFICER per lo schema SCH01 norma Uni 11697:2017 (Accredia)
UNIVERSAL Gmbh DAKKS per lo schema ISO/IEC 17024:2012 "DATA PROTECTION OFFICER"

E' certificato con:
Unicert come "Consulente Certificato GDPR" n. 18203RE22
TÜV come “Privacy Officer e Consulente Privacy” n. CDP_196.
Cepas Bureau Veritas "Data protection Officer" n. DPO0206
UNICERT DAKKS " Data Protection Officer" n. DPO 0818 010012

Fa parte del Comitato Scientifico Privacy di Torino Wireless, GDPR Academy e di Agile DPO .

Le categorie

Gli argomenti dei nostri articoli

La guida di PrivacyLab

Per orientarti tra i nostri articoli

Resta informato su quello che succede.

Lasciaci la tua email e riceverai le nostre comunicazioni informative e commerciali

informativa sulla privacy