Come prepararsi al GDPR? #9 Le violazioni dei dati

19 ottobre 2017
Tempo di lettura stimato: 4'

Il 25 maggio 2018 entrerà in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla privacy ed è utile prepararsi seguendo i 12 punti propositi dall'ICO, l'Information Commissioner’s Office.

Come prepararsi al GDPR: le violazioni dei dati

Tutte le organizzazioni hanno il dovere di accertarsi di aver implementato le corrette procedure per identificare, riportare e indagare le violazioni di dati personali. Il General Data Protection Regulation 2016/679 introduce l'obbligo per tutte di notificare all'ICO le violazioni che mettono a rischio i diritti e le libertà individuali in casi in cui possano scaturirne discriminazione, danni alla reputazione, perdite finanziarie o di segretezza, o qualunque altro danno significativo a livello sociale o economico. Nei casi di rischio più elevati, andranno avvisati anche tutti i soggetti che ne sono coinvolti direttamente.

Cosa significa tutto questo per un'azienda, un ente, chiunque tratti dati personali? Significa implementare apposite procedure per poter innanzitutto identificare e poi riportare e indagare una possibile violazione di dati personali. Dovrete verificare che tipo di dati effettivamente avete in vostro possesso e come prevenire ed eventualmente agire nel caso si verifichi una violazione. Le organizzazioni più grandi dovranno sviluppare politiche e procedure strutturate per far fronte a violazioni riguardanti i dati. Sono infatti previste pesanti sanzioni sia in caso di violazioni che in caso di mancata denuncia delle stesse.

Il decimo passo che analizzeremo per avvicinarci al nuovo Regolamento Europeo riguarda la protezione dei dati.

RIPRODUZIONE RISERVATA. Ne è consentito un uso parziale, previa citazione della fonte.

Resta informato su quello che succede.

Lasciaci la tua email e riceverai le nostre comunicazioni informative e commerciali