Via delle Spezie, 9 luglio 2021: il workshop riservato ai Consulenti Certificati PrivacyLab, di nuovo vis-à-vis!

21 luglio 2021Ultimo aggiornamento 26 novembre 2021
  • Home
  • Blog
  • News
  • Via delle Spezie, 9 luglio 2021: il workshop riservato ai Consulenti Certificati PrivacyLab, di nuovo vis-à-vis!
Tempo di lettura stimato: 4'
Venerdì 9 luglio, alla Via delle Spezie, nelle sale settecentesche di Villa Prampolini a Reggio Emilia, finalmente ci siamo ritrovati di persona! Dopo un anno e mezzo di eventi a distanza, abbiamo avuto il piacere di rivedere di nuovo vis-à-vis il network di Consulenti Certificati PrivacyLab, in occasione del workshop dedicato a loro: un LIVE veramente 100% LIVE (ed era ora…). 


Lo abbiamo chiamato Via delle Spezie – come il locale che ci ha ospitati, certo - ma soprattutto lo abbiamo chiamato così e abbiamo scelto una location così, perché volevamo che fosse chiaro un concetto. Il concetto è che un buon piatto, se vuoi farlo bene, ha bisogno di ottimi ingredienti e soprattutto di spezie, che sono tutte diverse, tutte col loro gusto e che vanno dosate prima della cottura, durante la cottura e anche dopo, se serve. 


E così, durante il workshop, i Consulenti Certificati PrivacyLab, ciascuno con la sua storia, la sua provenienza e il suo bakground - informatico, giuridico, organizzativo, quello che vuoi – hanno lavorato insieme per ottenere la migliore miscela di spezie e perfezionare 2 degli strumenti che abbiamo lanciato quest’anno: il tool LINCE e SOS GDPR


Tool LINCE e SOS GDPR: un ripassino

Tool LINCE. Partiamo da qui. Faccio un ripassino per chi non avesse visto il PRIVACYLAB DAY 2021 (se non lo hai visto, ti suggerisco di farlo: sul sito di PrivacyLab e sul nostro canale YouTube c’è anche il video con la diretta delle due giornate). 

LINCE. 
Cos’è?


È il tool di PrivacyLab per la gestione dei responsabili esterni, quelli che trattano i dati personali per conto del titolare. Per esempio: lo studio paghe, i provider della posta elettronica, il commercialista, chi fa la sicurezza sul lavoro, chi fornisce lo spazio del sito web e che ti dà la newsletter, l’area riservata eccetera eccetera. Fornitori esterni che trattano dati, in tutte le salse (anche solo il fatto di fare il backup, per intenderci, è un trattamento).

Perché, quando ci affidiamo a una struttura esterna che fa trattamento di dati personali, quella struttura è un responsabile esterno, che va verificato per capire se è compliant o no. Lo ricordo ancora una volta. Se è compliant, va bene, puoi lavorarci. Se non è compliant non va bene: quindi o non ci lavori o aggiungi delle contromisure. 

Chiaro?
Bene. Adesso vediamo cosa fa LINCE
È un tool che permette di fare la verifica dei responsabili esterni e gestirli in modo molto più veloce rispetto al sistema di prima. Per esempio:

  • garantisce se i servizi dei grandi carrier - Google, Facebook, MailChimp, MailUp eccetera eccetera – che potresti voler utilizzare sono a norma GDPR oppure no;
  • gestisce le nomine dei responsabili del trattamento e i contratti;
  • registra le evidenze: dà evidenze del percorso che ti ha portato a prendere certe decisioni;
  • ti permette di verificare il responsabile esterno attraverso un audit.
Per avere una panoramica più precisa, guarda questo video, in cui ti spiego cos’è, cosa fa, che evidenze dà il tool LINCE:


SOS GDPR invece è un triage legale e tecnologico che abbiamo messo a punto per valutare lo stato di salute GDPR del cliente. Funziona esattamente come il triage del pronto soccorso e permette di:
1 - Identificare "la malattia": cosa è successo e perché;
2 - Identificare "la gravità": quanto tempo abbiamo per risolvere l'emergenza;
3 - Identificare "la terapia": cosa dobbiamo fare subito;
4 - Curare l'urgenza: produrre la lista di cose da fare subito;
5 - Identificare, se serve, il tipo di specialista necessario per risolvere il problema;
6 - Garantire la produzione di evidenze e prescrizioni, oltre a gestire la richiesta e la produzione del documento per gli specialisti.


Bene. Questi sono “i piatti” che siamo andati ad assaggiare e a insaporire nella giornata dedicata ai Consulenti Certificati. 
Adesso vediamo il menù, il programma dell’evento. 


Scegli le spezie, dosa e insaporisci i piatti: il menù della giornata

Le spezie sono il leitmotiv dell’evento dedicato ai Consulenti Certificati PrivacyLab e se ne sai un po’ di cucina – ma basta anche essere una buona forchetta -, avrai capito che le ricette migliori riescono quando scegli gli ingredienti top, dosi le quantità, cucini, assaggi e dai un’ultima insaporita, al momento giusto. Così, i 60 Consulenti Certificati PrivacyLab, divisi in gruppi – ognuno identificato con una spezia – hanno testato, studiato, messo in fila una serie di proposte per migliorare i 2 strumenti. 


E poi? Poi il prossimo passaggio è online.
Il workshop conclusivo prosegue su Raise Academy in un LIVE fissato per il 23 luglio e riservato esclusivamente ai Consulenti Certificati PrivacyLab.


Bene. Ma mica è finita qui.

Ci sono delle novità, che abbiamo presentato all’evento della Via delle Spezie e che riguardano un po’ tutto il network di PrivacyLab, ma soprattutto i Consulenti Certificati, per dare ancora più valore, sostanza e sapore al loro lavoro.

1 – New entry: entra nel team la Dottoressa Alessia Nucara, la nostra Responsabile per i Consulenti Certificati. È la piletta dell'acqua santa dei Consulenti Certificati PrivacyLab: una presenza dedicata e qualificata fissa, perché ha un background giuridico e tecnologico e può rispondere a dubbi, tentennamenti, varie ed eventuali di natura legale.

2 – Facciamo parlare di noi e dei nostri Consulenti Certificati collaborando con Social Selling (Co.Mark) per promuovere PrivacyLab e Raise Academy online e su LinkedIn.


3 – I segni distintivi: le card, la rivista, la Welcome Box, la App Raise Academy. 
Abbiamo realizzato una serie di materiali dedicati ai Consulenti Certificati. Sono strumenti "touch", sono fighi e sono unici. 
Ci sono le card RFID, che sembrano normali biglietti da visita, ma se li appoggi sullo smartphone, aprono un link con i contatti del consulente e li salvano sul telefono. 


C’è la Rivista il GDPR Post, che raccoglie gli articoli pubblicati sul blog di PrivacyLab e può essere personalizzata con inserzioni pubblicitarie. 


C’è la Welcome Box: una scatola che contiene una serie di materiali formativi - tra cui un numero speciale del GDPR Post e un videocorso -, un romanzo, un racconto giallo, una caccia al tesoro e dei gadget targati RaiseAcademy e PrivacyLab, che i Consulenti Certificati possono spedire ai propri clienti.


E c’è la App di Raise Academy per accedere all’Accademia di formazione efficace di PrivacyLab quando vuoi, come vuoi, dove vuoi per imparare, confrontarti con altri professionisti, con i docenti e sbocconcellare il GDPR in tutti i suoi gusti e le sue sfaccettature.

RIPRODUZIONE RISERVATA. Ne è consentito un uso parziale, previa citazione della fonte.

Biografia dell'autore

Andrea Chiozzi è nato a Reggio Emilia il 4 Agosto del 1969, reggiano “testaquadra” DOC come il lambrusco, ed è sposato con Luisa che lo sopporta da più di vent’anni.
Imprenditore e consulente, da più di 12 anni è l’Evangelist del GDPR.

Attività professionali:
Andrea Chiozzi è socio fondatore e CEO di PRIVACYLAB SRL, azienda che si occupa della produzione di PRIVACYLAB GDPR per la gestione avanzata delle attività legate alla compliance per il Regolamento Europeo 679/2016.
Esperto di GDPR e protezione dei dati personali (soprattutto nelle aree più problematiche quali il marketing digitale e i social network, il digital advertising, l’Internet of Things, i Big Data, il cloud computing),
Andrea presta consulenza per la media e la grande industria italiana e si occupa di organizzare e condurre i consulenti aziendali ad un approccio ottimizzato alla gestione della Compliance GDPR.
È ideatore del sistema Privacylab e della metodologia applicata ai consulenti certificati GDPR. 
Nel 2003 dà vita alla figura di “Privacy Evangelist” e comincia a girare l’Italia come relatore in vari convegni e corsi in tema di protezione dei dati personali arrivando a evangelizzare più di 10.000 persone.

È commissario d’esame per:

UNICERT per lo schema DSC_12/30 per Consulenti Certificati GDPR
TÜV dello schema CDP_ 201 Privacy Officer, Bureau Veritas
CEPAS Bureau Veritas DATA PROTECTION OFFICER per lo schema SCH73 norma Uni 11697:2017 (Accredia) 
ACS ITALIA DATA PROTECTION OFFICER per lo schema SCH01 norma Uni 11697:2017 (Accredia)
UNIVERSAL Gmbh DAKKS per lo schema ISO/IEC 17024:2012 "DATA PROTECTION OFFICER"

E' certificato con:
Unicert come "Consulente Certificato GDPR" n. 18203RE22
TÜV come “Privacy Officer e Consulente Privacy” n. CDP_196.
Cepas Bureau Veritas "Data protection Officer" n. DPO0206
UNICERT DAKKS " Data Protection Officer" n. DPO 0818 010012

Fa parte del Comitato Scientifico Privacy di Torino Wireless, GDPR Academy e di Agile DPO .

Le categorie

Gli argomenti dei nostri articoli

La guida di PrivacyLab

Per orientarti tra i nostri articoli

Resta informato su quello che succede.

Lasciaci la tua email e riceverai le nostre comunicazioni informative e commerciali

informativa sulla privacy